ImpreSoa S.p.A. 

Tel. 089 3069644 - 089 3069636
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  
Effetti della domanda di concordato preventivo ex art. 161, comma 6, del Regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 e ss.mm.ii. (c.d. concordato "in bianco") sulla disciplina degli appalti pubblici

Il Consiglio dell'Autorità Nazionale Anticorruzione
nell'adunanza dell'8 aprile 2015,

1. Ritenuto in fatto
L'Autorità, con determinazione n. 3 del 23 aprile 2014 ha fornito criteri interpretativi in ordine alle disposizioni contenute nell'art. 38, comma 1, lett. a) del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163. n. (Codice dei contrati) afferenti alle procedure di concordato preventivo a seguito dell'entrata in vigore dell'articolo 186-bis della legge fallimentare (concordato con continuità aziendale).
In sintesi, la citata determinazione ha affrontato il tema delle novità introdotte dall'art. 33 "Revisione della legge fallimentare per favorire la continuità aziendale" del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, recante "Misure urgenti per la crescita del Paese", convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012, n. 134.

Clicca qui per consultare l'atto completo

Cerca

News A.N.AC.

Accesso Utenti